linea vita progetto

L’installazione di una linea vita è sempre associata ad un progetto

Non esiste infatti  “la linea vita” come prodotto universale, acquistabile sul banco di un negozio ed adattabile a tutti i tetti.

Possiamo fare dei paragoni con sistemi simili:

Ti sembrerebbe sensato andare da un rivenditore di materiale elettrico e chiedere in termini generici un kit per un impianto elettrico?

Chiedere al banco di un negozio specializzato un impianto idraulico completo per un appartamento di 70 metri quadri, senza dare altre informazioni al negoziante?

Credo di no. Si tratta infatti di sistemi complessi composti in maniera diversa in funzione di diversi elementi, che richiedono sempre un progetto. Questo vale anche per la linea vita e per tutti i sistemi di ancoraggio contro le cadute dall’alto.

Questo articolo è suddiviso in 9 paragrafi.

1 – In cosa consiste il progetto della linea vita

2 – Il progetto è indispensabile, anche se la regione o il comune non lo chiede in maniera esplicita

3 – La relazione di calcolo è indispensabile, anche se la regione non la chiede in maniera esplicita

4 – I “progettini” allegati ai preventivi

5 – Progettisti

6 – Il costo di un progetto linea vita – sistema di ancoraggio contro le cadute

7 – kit linea vita – anche in questo caso serve un progetto?

8 – Hai una linea vita installata sul tuo tetto ma non hai un progetto…

9 – Hai bisogno del progetto della linea vita

1 – In cosa consiste il progetto della linea vita

Si tratta di una serie di elaborati e documenti, a comporre un fascicolo o elaborato tecnico della copertura. Le norme tecniche e le singole regioni prevedono un elenco dettagliato di elaborati che devono essere prodotti:

  • Valutazione dei rischi ed indicazioni sulla conseguente scelta del sistema di protezione dalle cadute.
  • Percorsi per arrivare all’accesso in copertura.
  • Indicazione del punto e delle modalità di accesso in sicurezza alla copertura.
  • Pianta del tetto con indicazione della posizione degli dispositivi di ancoraggio e delle linee vita ed i vari percorsi in sicurezza dall’accesso fino al raggiungimento di tutti i punti del tetto.
  • Relazione di calcolo per verificare la resistenza della struttura in caso di caduta ed indica il sistema di fissaggio degli ancoraggi alla struttura.
  • Istruzioni di utilizzo del sistema anticaduta ed indicazioni dei DPI che deve avere in dotazione un operatore per utilizzare la linea vita ed il sistema di ancoraggio anticaduta.
  • Programma di ispezione e manutenzione, secondo indicazioni del produttore ed eventuali indicazioni integrative del progettista o del tecnico che ha redatto la relazione di calcolo.
  • Indicazioni sulle modalità di recupero di un operatore in caso di eventuale caduta.
  • In molte regioni è prevista la redazione di una relazione tecnica che riassuma un po’tutte le indicazioni riportate negli elaborati sopra descritti.

Tutte queste informazioni non devono essere necessariamente su documenti separati, ma possono anche essere integrate in un unico fascicolo.

2 – Il progetto è indispensabile, anche se la regione o il comune non lo chiede in maniera esplicita

Magari nessun ufficio pubblico te lo chiederà nel momento in cui installi la linea vita, ma arriverà probabilmente un momento, magari durante un’ispezione o in caso di entrata in servizio della linea vita, in cui ti verranno chiesti tutti i documenti che abbiamo sopra elencati.

Installare una linea vita senza un progetto completo non è considerato a norma in nessuna regione!

3 – La relazione di calcolo è indispensabile, anche se la regione non la chiede in maniera esplicita

Bisogna che un tecnico qualificato si assuma la responsabilità di valutare la resistenza della struttura e di scegliere i fissaggi adatti (per intentersi i tasselli, le viti, e tutti gli elementi che collegano i dispositivi di ancoraggio alla struttura).

Esistono relazioni di calcolo standardizzate e firmate da tecnici qualificati che danno indicazioni generiche, delegando poi il committente o meglio un suo tecnico, la valutazione che la struttura dell’edificio rientri nelle casistiche indicate.

Se ti senti in grado di valutare la resistenza delle strutture, di valutare come sono connessi tra di loro elementi di struttura primaria o secondaria, di individuare la classe di resistenza di una trave di legno, ed il suo stato di conservazione,  fai pure. Ti stai comunque assumendo una responsabilità importante e, se dovessero insorgere dei problemi, saresti chiamato a risponderne.

La relazione di calcolo è indispensabile e richiesta dalle norme tecniche del settore, anche se nella legge regionale non viene indicato esplicitamente.

4 – I “progettini” allegati ai preventivi

Questi elaborati, spesso chiamati con il termine equivoco di “progettino” o “schema di massima” non sono progetti, ma schemi funzionali ad una proposta commerciale, sono insomma dei documenti allegati ad un preventivo che servono ad illustrare meglio cosa si sta proponendo. Quasi sempre chi propone questi schemi descrive in maniera esplicita la loro funzione, anche se in molti ignorano per superficialità o peggio in mala fede queste indicazioni.

Non fidarti di chi ti dice che non serve un progetto ma  è sufficiente lo schema di massima allegato al preventivo!

Spesso queste rassicurazioni sono funzionali a chiudere rapidamente una vendita. Tu acquisti i prodotti e sei convinto di avere anche un progetto, ma non è così!

5 – Progettisti

La predisposizione del fascicolo o elaborato tecnico della copertura è affidata al Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione o, nei casi in cui questo non sia previsto dal progettista dell’intervento.

Entrambi questi professionisti, se lo ritengon opportuno, possono avvalersi di professionisti esterni per la redazione di tutto il fascicolo o solo per alcune parti.

La redazione della relazione di calcolo è materia di professionisti abilitati al calcolo strutturale: Ingegneri ma anche Architetti o in alcuni casi Geometri.

6 – Il costo di un progetto linea vita – sistema di ancoraggio contro le cadute

I costi variano in funzione della complessità del sistema di ancoraggi, ma secondo la nostra esperienza sono compresi quasi sempre tra i 350 ed i 1200 euro. Ci sono poi micro-impianti ed impianti molto estesi ed articolati per i quali si esce dal range di prezzi che ti ho appena indicato. Su queste pagine c’è già un articolo che tratta in maniera piuttosto esaustiva l’argomento del costo della progettazione delle linee vita.

7 – Kit linea vita – anche in questo caso serve un progetto?

Se il progetto è sempre indispensabile come mai si trovano in commercio dei kit linea vita già pronti?

Si tratta quasi sempre di un insieme di prodotti che possono andar bene in determinate situazioni ma non in altre.

Installare un kit linea vita senza avere un progetto significa sostituirsi ad un tecnico, con tutte le conseguenze del caso in occasione di eventuali verifiche o peggio di incidenti.

Un kit linea vita non esonera l’acquirente dall’avere un progetto completo in mano prima dell’installazione. Chi garantisce infatti che il kit sia adatto alla situazione di installazione? 

Ti assicuro che praticamente nessun proprietario o amministratore, a meno che non sia un progettista con esperienza nel settore, è in grado di valutare tutti gli aspetti legati all’installazione di un sistema di ancoraggi.

Quindi ben venga un kit linea vita, ma solo se al suo interno trovo quello che prevede un progetto.

8 – Hai una linea vita installata sul tuo tetto ma non hai un progetto…

Capita spesso, purtroppo. Si è scelto il preventivo più basso e la ditta installatrice ha montato di sua iniziativa, senza progetto, una linea vita sul tetto, o ha indicato come progetto un qualcosa che in realtà progetto non è.

In alcuni casi troviamo un foglio di block notes con uno schema a matita disegnato dal muratore, senza alcun valore, in alcuni casi non si trova proprio nulla, in altri casi si trova una parte del progetto o peggio, si trova un progetto che non corrisponde a ciò che è stato installato.

Si può ricostruire la documentazione di progetto a posteriori, sperando che l’installatore abbia, per coscienza, esperienza o per caso, indovinato un’installazione a regola d’arte.  Quasi sempre, tuttavia, risulta indispensabile integrare il sistema con ulteriori ancoraggi, o sostituire il sistema di fissaggio degli ancoraggi alla struttura.

In altri casi la soluzione più semplice ed economica è quella di eliminare il vecchio sistema e di progettarne ed installarne uno nuovo.

9 – Hai bisogno del progetto della linea vita

  • Sei un proprietario di casa, un’impresa, un amministratore o un progettista che ha bisogno di una consulenza e magari della redazione dell’elaborato tecnico della copertura o solo di alcuni elementi
  • Hai già un progetto preliminare ma vorresti una verifica da parte di un tecnico specializzato
  • Hai una linea vita installata sul tetto ma ti mancano tutti o solo alcuni documenti
  • Magari hai fretta e vorresti un’offerta onesta con indicazioni chiare, senza sorprese.

Puoi chiederci un preventivo senza impegno. Te lo invieremo entro 24 ore e, se ci affiderai  l’incarico riusciremo a fornirti il progetto che ti serve entro pochi giorni. I nostri tempi medi per la consegna di un fascicolo completo sono inferiori alla settimana.

Chiamaci al 373 755 2779 o invia una mail a info@abacosicurezza.it

Siamo in grado di offrirti un servizio completo, conforme alla norme tecniche ed ai regolamenti regionali, ad un giusto prezzo.

Share Button

Linea vita progetto